Treni a idrogeno per i pendolari: la svolta green della Lombardia

Ferrovie Nord Milano e Trenord hanno annunciato un piano per il rinnovo del parco rotabile. 176 treni a idrogeno per rivoluzionare i trasporti in Lombardia. L’obiettivo è quello di fondare una Hydrogen Valley nella provincia di Brescia (per ora). I primi convogli ecologici arriveranno entro il 2023 e correranno lungo la tratta Brescia-Iseo-Edolo, su cui oggi viaggiano treni a diesel.
La speranza dell’amministratore delegato di Trenord Marco Piuri è che la Lombardia sia solo la prima di tante regioni – se non tutte – in Italia ad applicare questo cambiamento. E magari essere d’esempio anche per il resto d’Europa.

La svolta green – treni puliti e più efficienti

La svolta green servirà a sostituire i mezzi più inquinanti per offrire soluzioni sempre più efficienti e sostenibili per i pendolari. Il fine è quello di rafforzare la cura del ferro, di cui l’Italia ha ancora molto bisogno. Secondo l’ultimo rapporto di Pendolaria elaborato da Legambiente infatti, il belpaese sta ancora molto indietro sotto questo punto di vista. Nell’ultimo decennio il numero di pendolari che hanno scelto di muoversi in treno (regionale, urbano o metropolitano) è salito dell’ 8,2%, ma gli investimenti complessivi da parte dello Stato sono scesi al 21,5%. Troppo poco, vista la crescita della domanda e la necessità di applicare cambiamenti ecologici.

Le regioni in cui la carenza di investimenti si è fatta più sentire sono quelle del sud, ma anche la Lombardia ne soffre, sebbene in percentuali minori rispetto al mezzogiorno.
La svolta green tuttavia, interesserà tutto il settore trasporti lombardo. Entro il 2025 si prevede un cambio radicale anche nel trasporto su gomma, con l’acquisto da parte di FNM Autoservizi di 40 bus a idrogeno per la Valcamonica.

Un investimento sostanziale

Ad oggi FNM ha già acquistato 6 elettrotreni a idrogeno, con l’opzione di fornitura di altri 8. I primi treni saranno consegnati entro il 2020 dall’azienda produttrice Alstom a Trenord. Per il 2025 è prevista la realizzazione di due impianti di produzione e distribuzione di idrogeno da elettrolisi lungo il tracciato della ferrovia. L’ investimento totale è stimato in 160 milioni e saranno coinvolte altre aziende partner.

Facebook Comments